Siete qui: Home » Arcipelago | Costa degli Etruschi » Castiglioncello: tutti i colori del mare

Castiglioncello: tutti i colori del mare

Rosse scogliere a picco sul mare, piccole spiagge e calette bagnate da un’acqua quasi trasparente, una fresca pineta.

Così si presenta Castiglioncello, antico villaggio etrusco che domina il mare da un piccolo promontorio. L’atmosfera magica, immersa in una natura ricca di profumi e di colori, ha ispirato artisti di ogni genere: pittori, scrittori e poeti.

La storia di Castiglioncello risale alla fine del IV sec. A.C., con un prospero insediamento etrusco. Un forte impulso allo sviluppo fu dato dai Medici: Cosimo I vi fece costruire una torre, integrata in un sistema di fortificazione del litorale contro le frequenti scorrerie dei pirati.

La fortuna turistica di Castiglioncello inizia nella seconda metà dell’800, quando, per la bellezza del paesaggio e il clima mite, diventa meta di un turismo d’elite e di personaggi dello spettacolo, della politica e della cultura, come Pirandello, Mastroianni, Gassman, Zeffirelli, Sordi, Spadolini e molti altri.

Diego Martelli, critico d’arte e mecenate, vi stabilì la residenza, ospitando con assiduità molti pittori – divenuti poi famosi, come “Macchiaioli” – che dettero vita all’importante movimento artistico della “Scuola di Castiglioncello”.

Oggi, la vita culturale ruota intorno al Castello Pasquini, al centro del paese, che ospita manifestazioni, rassegne, premi letterari e convegni di livello internazionale.

Subito sotto, piazza della Vittoria, la “piazzetta”, è, invece, il centro della mondanità e il naturale punto di ritrovo per gli amanti della vita notturna.

Il soggiorno a Castiglioncello offre molte opportunità – davvero per tutti i gusti.

Gli amanti della pesca subacquea trovano fondali incontaminati, tutti da scoprire; inoltre, il clima e i venti sono ideali per il windsurf, lo sci e gli altri sport acquatici; infine, la leggera brezza di maestrale invita i velisti all’esplorazione di calette e baie inattese.

Grandi soddisfazioni anche per chi ama il trekking e la mountain bike con emozionanti itinerari lungo i quali si aprono scorci paesaggistici di rara bellezza.

Consigliamo una visita ai piccoli borghi dell’entroterra per rivivere le atmosfere di un tempo e assaporare le tipiche specialità locali – accompagnati dalla musica e dall’allegria delle sagre paesane.

A breve distanza da Castiglioncello, troviamo molti siti etruschi: Baratti, Populonia, Suvereto, Campiglia, Volterra con i loro musei ricchi di reperti, inoltre, i siti romani di Vada, Cecina, e cittadine medioevali come Massa Marittima – oltre a parchi e oasi faunistiche come quella di Bolgheri.

Soggiorno da sogno anche per gli amanti della buona cucina: i numerosi ristoranti lungo la costa offrono i tipici piatti toscani a base di pesce, come il cacciucco alla livornese o le triglie fragoline. Nell’entroterra, domina la genuina cucina maremmana, con le ricette della tradizione: crostini, taglieri di salumi e di formaggi, grigliate e la pasta, fatta in casa, al sugo di cinghiale.


© 2011 Powered By Odienne snc

Scroll to top