Siete qui: Home » Eventi » Firenze: torna il calcio storico

Firenze: torna il calcio storico

di redazione – A giugno Firenze celebra la tradizione con una tra le più simboliche e sentite manifestazioni “il calcio storico”  o “calcio in costume”.

Detto anche “calcio in livrea”, questo gioco veniva praticato frequentemente già nella seconda metà del quattrocento dai giovani fiorentini.
Il Calcio in costume trae origini dall’antico gioco romano dell’Harpastum, il cui significato letterale è “strappare con forza” ed esprime perfettamente il carattere virile della competizione che veniva praticata tra due squadre di legionari su terreni sabbiosi.

Nel cinquecento il calcio in costume assunse importanza rilevante per alcune partite, giocate nelle piazze più importanti della città dai nobili fiorentini che vestivano le sfarzose livree dell’epoca.

Dal 1930, salvo rare interruzioni, ogni anno si svolgono sfide fra i calcianti dei quattro quartieri storici di Firenze, ognuno dei quali, contraddistinto da un colore ed un simbolo, prende il nome dalla chiesa principale situata nella propria zona: i Bianchi di Santo Spirito, gli Azzurri di Santa Croce, i Rossi di Santa Maria Novella, e i Verdi di San Giovanni. Attualmente le partite sono tre, due eliminatorie e la finale, e si svolgono in Piazza Santa Croce. Sabato 15 giugno Bianchi contro Rossi e domenica 16 giugno Verdi contro azzurri; segue la finalissima il 24 giugno. Tutte le partite si giocano alle ore 18.00.

L’affascinante cornice di Piazza Santa Croce fin dalla sua origine fu scenario di feste e cerimonie cittadine, fra le più celebri nel 1469 il festeggiamento del fidanzamento di  Lorenzo de’ Medici e nel 1530 la partita del calcio storico durante l’ assedio della città.

Ai lati della Piazza, nella facciata del Palazzo dell’ Antella e in quella del palazzo di fronte, furono murati nel 1565 due dischi di marmo che servivano a segnare la metà del campo di gioco. Particolarmente suggestivo il corteo cinquecentesco che precede le competizioni del calcio fiorentino.

Dal convento di Santa Maria Novella fino al campo di gioco, tra rulli di tamburi e squilli di trombe, sfilano circa 530 figuranti vestiti con le storiche divise dei nobili fiorentini e le livree dei calcianti.

Il 24 giugno, festa di San Giovanni, Patrono di Firenze, si gioca la finale. Alla squadra vincitrice, quella che avrà realizzato il maggior numero di cacce, il “Maestro di Campo” consegnerà in premio una vitella di razza Chianina.

Info:
15 giugno semifinale Bianchi – Rossi, ore 18.00
16 giugno semifinale Verdi – Azzurri, ore 18.00
24 giugno finalissima, ore 18.00
Biglietti: tribuna d’onore centrale 45 euro + 7 euro di prevendita; tribuna d’onore laterale 35 euro (+ 7); tribuna numerata 20 euro (+7); tribune popolari 15 euro (+6).
I tagliandi sono disponibili presso Box Office, via delle Vecchie Carceri 1 (prevendita telefonica 055 210804, on line www.boxol.it – www.boxofficetoscana.it).

 

 


© 2011 Powered By Odienne snc

Scroll to top