Siete qui: Home » Da non perdere » Firenze: un tuffo nel medioevo

Firenze: un tuffo nel medioevo

di Simone Focardi – Il 27 e 28 aprile a Firenze, al Prato delle Cornacchie delle Cascine si torna indietro nei secoli con due giorni di giochi e disfide medievali.

Un villaggio medievale dove rivivono personaggi famosi del tempo, giostre equestri in armatura, tornei di spada e di arcieria storica, con musici, bandierai, balestrieri, mercanti, artigiani e gastronomia in tema. E poi il Calcio Storico Fiorentino dalla cui tradizione prendono spunto I Giochi di Carnasciale, in programma sabato 27 e domenica 28 aprile al Prato delle Cornacchie del Parco delle Cascine, dalle 10 di mattina fino alla mezzanotte (Biglietto 5 euro – ingresso gratuito fino a 11 anni; Biglietti ridotti per soci Unicoop Firenze e dipendenti Comune di Firenze.

Forte del successo delle due precedenti edizioni, la manifestazione apre quest’anno ad ospiti stranieri, come la compagnia francese Guilde des Chimères, e si presenta con un programma ancor più ricco e variegato, a cominciare dal Calcio Storico Fiorentino, presente al Parco delle Cascine con tutti e quattro i colori rappresentati dai settori giovanili dei Quartieri Storici. “Magnifico Guerriero” dell’edizione 2013 dei Giochi di Carnasciale sarà il pugile Leonard Bundu, campione europeo nella categoria pesi Welter.

“Per due giorni – ha sottolineato il presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi – questa parte di Cascine si trasformerà in un vero e proprio villaggio medievale con una miriadi di opportunità per i visitatori che mi auguro possano affollare il più grande polmone verde della nostra città. Questa terza edizione dei Gioci di Carnasciale rappresenta poi una ulteriore occasione per la valorizzazione del parco delle Cascine. Il Calcio Storico Fiorentino sarà presente con una delegazione del corteo della Repubblica Fiorentina, con i Balestrieri pluricampioni d’Italia e una partita fra i giovani dei quattro colori”.

Grazie alla partecipazione del Museo Galileo, ragazzi e adulti avranno l’occasione di approfondire, divertendosi, le scoperte del padre della scienza moderna, potranno usare alcune copie di carte nautiche, portolani e strumenti come l’astrolabio, il solcometro e la bussola. L’appuntamento è per domenica 28 aprile alle ore 15. Sabato 27 alle 15 il Calcio Storico Fiorentino raccontato da un cultore e scrittore come Luciano Artusi. Domenica 28 alle 11.30 esibizione del Gruppo Musici della Nobile Contrada Fiorenza (Cavalcata dell’Assunta, Fermo).

Tra le tante iniziative che scandiranno la due giorni dei Giochi di Carnasciale, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, l’esibizione dei Bandierai degli Uffizi, quella del Pallone a Bracciale – che per secoli fu il gioco più praticato in tutta la Penisola, e di cui ne scrive anche Wolfgang Goethe in “Viaggio in Italia” – i tornei dei Balestrieri, Giostre Equestri in armatura, Melee a Cavallo, Scherma in Armatura (programma completo al sito www.igiochidicarnasciale.it). Dalle ore 19 apriranno gli spazi di gastronomia medievale e rinascimentale, allietati da spettacoli e danze fino alla mezzanotte. Fondamentale l’apporto della Compagnia dell’Aquila Bianca, che da anni promuovere la scherma e l’equitazione medievale e rinascimentale, considerate vere e proprie arti marziali occidentali.
All’interno dell’area sarà presente uno stand di Save the Children, organizzazione internazionale indipendente che da quasi un secolo lotta per migliorare la vita dei bambini, operando in 120 paesi.

La parola Carnevale deriva dal latino “carnem levare”, popolarmente tradotto nel rinascimento fiorentino in “carne-vale” o “carnasciale”, ed indica il periodo dell’anno precedente la Quaresima rappresentato dal banchetto di abolizione della carne che si teneva subito prima del periodo di astinenza e digiuno a ridosso del Capodanno Fiorentino che coincideva con il 25 marzo, in corrispondenza del nono mese antecedente la nascita di Gesù ad indicare la sua Incarnazione. Il Calendario Fiorentino rimase in uso fino al decreto del Granduca Francesco III di Lorena che fissava dal 1750 anche per Firenze il 1º gennaio come data iniziale dell’anno civile.
L’edizione 2013 dei Giochi di Carnasciale è organizzata da GdC srl con la cooperazione della Compagnia dell’Aquila Bianca, con il contributo di Unicoop Firenze, con la partecipazione di Museo Galileo, la collaborazione del Maggio Musicale Fiorentino e con il patrocino del Comune di Firenze.(fd)

Questo il programma:

Sabato 27 aprile
Ore 10 inizio prove Tornei, Giostre e Giochi d’Arme a Cavallo
Ore 11 Corteo Storico della Repubblica Fiorentina
Ore 11:30 Esibizione Bandierai degli Uffizi
Ore 12 Partita di Calcio Storico Fiorentino
Ore 12 Eliminatorie Spada Medievale
Ore 13 Enogastronomia Medievale Rinascimentale
Ore 14 Esibizione di Pallone a Bracciale
Ore 15 Torneo dei Balestrieri
Ore 15 Luciano Artusi racconta il Calcio Storico Fiorentino
Ore 16 Giostra Equestre in armatura
Ore 16 Il Medioevo Fiorentino (a cura di Ospite importante Letterato)
Ore 17 Partita di Calcio Storico Fiorentino
Ore 18 Prove Arcieri
Ore 19 Enogastronomia Medievale Rinascimentale
Ore 21 Canti e Balli Medievali
Ore 23 Chiusura Prima Giornata

Domenica 28 aprile
Ore 10 inizio finali Tornei e Giostre
Ore 10 Melee a Cavallo (Battagliola)
Ore 11 Esibizione Bandierai degli Uffizi
Ore 11:30 Partita di Calcio Storico Fiorentino
Ore 11:30 Esibizione del Gruppo Musici della Nobile Contrada Fiorenza
Ore 12 Finale Scherma in Armatura
Ore 12 Spettacolo di Falconeria
Ore 13 Enogastronomia Medievale Rinascimentale
Ore 14 In Viaggio con Amerigo Vespucci (a cura del Museo Galileo)
Ore 15 Torneo di Arcieria
Ore 15 Il Mondo di Galileo Galilei (a cura del Museo Galileo)
Ore 16 Giostra Equestre in armatura
Ore 16 Partita di Calcio Storico Fiorentino
Ore 17 Spettacolo di Falconeria
Ore 18:30 Battaglia Finale
Ore 19 Enogastronomia Medievale Rinascimentale
Ore 20 Premiazioni
Ore 21 Canti e Balli Medievali
Ore 23 Cerimonia di Chiusura


© 2011 Powered By Odienne snc

Scroll to top