Siena. Santa Lucia: il natale dei SenesiSiena. Saint Lucia: Christmas of Siena

Scritto da

9 December 2012

di Stefania Pianigiani – Per Siena il 13 dicembre è la “Fiera di Santa Lucia”. Una festa che affonda le sue radici nel lontano 1852, dove nella piazza di fronte alla chiesa  intitolata alla martire protettrice della vista, veniva organizzata la fiera della ceramica, allestita dalle fornaci della zona.

Nel corso degli anni, questa festa ha preso sempre più campo nel cuore dei senesi,  tanto che le bancarelle  adiacenti alla Chiesa del Carmine,  si sono estese per tutto il Pian dei Mantellini.
Una cinquantina di banchi che vendono dolciumi tipici, come croccanti vari, brigidini, torroni, zucchero filato e le famose campanine.

Le campanine fatte in terracotta sono dipinte con i colori delle 17 contrade della città di Siena, e hanno origine come ricordo di un miracolo di Santa Caterina, la quale fece suonare tutte le campane di Siena per risvegliare il culto verso la “Santa” siciliana.
Il bello della ceramica è che ogni anno cambia, quindi per i collezionisti di “campane” grandi, medie e mignon è gioia infinita. Santa Lucia è legata ance a un rito religioso davvero particolare: tutti gli anni nella chiesa dedicata alla Santa, edificata nella Contrada della Chiocciola,  per l’intera giornata, viene celebrato il rituale della benedizione degli occhi, e all’entrata della chiesa, è usanza  distribuire dei panini benedetti, dietro offerta libera.by Stefania Generic Levitra Pianigiani – For Siena December 13 is the “Fair of Saint Lucia.” A party that has its roots in 1852, where in the square in front of the church dedicated to the martyr patron of view, was organized the exhibition of ceramics, prepared by the furnaces in the area.

Over the years, this festival has become increasingly field in the heart of Siena, so that the stalls adjacent to the Church of the Carmine, have spread throughout the Pian dei Mantellini.
Fifty stalls selling traditional sweets such as crispy various brigidini, nougats, candy and the famous bells.

The bells are made in terracotta painted with the colors of the 17 districts of the city of Siena, and arise as a reminder of the miracle of St. Catherine, which he had all the bells Siena to awaken devotion to the “Holy” Sicilian.
The beauty of ceramics is that changes every year, and for collectors of “bells” large, medium and miniature is infinite joy. Saint Lucia is tied reeds in a religious ceremony very special: every year in the church dedicated to Santa, built in the Contrada of Snail, for the whole day, is celebrated the ritual of blessing the eyes, and the entrance to the church is custom distribution of blessed bread, behind donation.

Altri articoli