Siete qui: Home » Arcipelago | Costa degli Etruschi » Toscana lungo costa su canoa polinesiana

Toscana lungo costa su canoa polinesiana

outrigger-oc6-2la redazione – Dal 1° al 10 luglio da Firenze per la Toscana con una canoa polinesiana. 50 atleti per 227 kmm di mare da nord a sud della regione.

Una canoa polinesiana lunga 14 metri, 50 atleti pronti ad alternarsi in equipaggi da sei pagaiatori, 227 chilometri di costa da percorrere.
Questi sono i numeri della discesa organizzata da un gruppo di soci della Canottieri Comunali Firenze, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Firenze, della Regione Toscana, del Fondo Ambiente Italiano, del Comune dell’Argentario, della Polisportiva Tassisti Fiorentini i quali hanno messo a disposizione l’imbarcazione, per compiere la discesa della costa Toscana: da Marina di Carrara a Porto Ercole (Cala Galera) in otto tappe.

“Un bel progetto – sottolinea la presidente della Commissione Cultura e sport Maria Federica Giuliani – che abbiamo accompagnato con discrezione, nella convinzione che mette in relazione il meglio dell’associazionismo locale ed evidenzia le eccellenze della nostra regione, ponendo al centro la cultura e lo sport.  Punto di partenza non poteva che essere la nostra grande Firenze, che non vive chiusa nella sua bellezza ma si apre ed esplora altri mari ed unisce le persone.
Grazie alla Canottieri Comunali, alla nuova dirigenza che è partita con grande slancio per confermare, se mai ve ne fosse bisogno, il grande radicamento in città e la passione dei soci; alla Regione Toscana e all’assessore Stefano Ciuoffo che patrocina l’evento con il Comune di Firenze, al Coni Regionale con l’assessore Sanzo per l’apprezzamento dell’iniziativa

L’evento è organizzato da Gian Michele Del Bo, delegato per la Canottieri Comunali alle attività di mare e da Ugo Vieri della Polisportiva Tassisti.

“Tosca Lungo Costa non è un evento solamente sportivo – aggiunge l’assessore al turismo della Regione toscana Stefano Ciuoffo – perché permetterà di scoprire parti incredibili della nostra Toscana e le nostre isole che compongono l’arcipelago che fanno parte del nostro patrimonio culturale. E’ un assaporare diffuso della nostra terra”.

Si tratta di una manifestazione sportiva non competitiva carica di significati, dove la magnifica canoa polinesiana OC6 sarà il mezzo per mettere alla prova tanti sportivi che saranno seguiti da appassionati degli sport acquatici ma anche semplici cittadini ad ogni tappa del raid.
“Una manifestazione – prosegue il presidente del Coni regionale – che coniuga lo sport al turismo ed alla sostenibilità. L’unione tra istituzioni e volontariato riesce a realizzare queste belle iniziative che superano anche i campanilismi locali”.

Le tappe si svolgeranno dal 1 al 10 luglio seguendo questo calendario:
1 Marina di Carrara – Marina di Pietrasanta – Viareggio Bagno Balena 24 km
2 Viareggio – Marina di Pisa – Bagno Lido Calambrone 23 km
3 Bagno Lido Calambrone – Quercianella – Rosignano Cala dei Medici 26 km
6 Rosignano – Cecina – San Vincenzo 37 km
7 San Vincenzo – Baratti – Piombino – Follonica 43 km
8 Follonica – Punta Ala – Castiglione della Pescaia 28 km
9 Castiglione della Pescaia – Marina di Grosseto – Talamone 37 km
10 Talamone – Porto Santo Stefano – Porto Ercole 35 km

La navigazione avverrà lungo la costa, ad una distanza massima di 300 metri, e quindi senza la presenza di barca di appoggio.
Oltre il gesto sportivo con un numero di partecipanti significativo, per ogni tappa sei persone sulla canoa oltre a chi segue da terra, il raid lungo costa vuole essere una testimonianza della bellezza delle nostre coste e delle nostre acque, un’occasione per sensibilizzare sulla possibilità di navigare in maniera ecologica ad impatto zero con un’imbarcazione veloce e sicura che ha permesso a suo tempo l’incontro con i popoli del Pacifico. Un modo di vivere la nostra meravigliosa costa da una prospettiva diversa, coinvolgendo i territori da Firenze fino all’Argentario.

Restando all’attualità, navigare per mare oggi offre anche uno spunto di riflessione su quello che ha rappresentato e rappresenta oggi il mare, inteso come unione e separazione tra gli uomini, via commerciale o via di fuga da un destino incerto.

Ad ogni tappa sono previsti comitati d’accoglienza ed iniziative per l’imbarcazione ed i canoisti, l’equipaggio e quanti vorranno unirsi a loro potranno festeggiare ad esempio a Calambrone dove è prevista una festa in spiaggia verso le 19, per il team di donne che partirà da Viareggio passando per Marina di Pisa; così come a Castiglione della Pescaia e Punta Ala o Cala dei Medici dove il Fai, Fondo Ambiente Italiano, organizzerà eventi.

Una bella occasione per giungere anche a chi in mare lo vive da detenuto, infatti in accordo con l’Amministrazione Penitenziaria è partito il progetto Gorgona “Libri naviganti”, una raccolta fondi (il contributo che i partecipanti verseranno) organizzata sempre dai Canottieri Comunali di Firenze di libri destinare ai detenuti, così come un corso propedeutico alla canoa polinesiana per detenuti in semi-libertà.
La Presidente Toscana del FAI, Sibilla della Gherardesca, è felicissima di dare il suo patrocinio a questa speciale e unica iniziativa che si sposa perfettamente con la visione del Fondo Ambiente Italiano di sensibilizzazione, tutela e valorizzazione delle nostre coste meravigliose e dello splendido mare Tirreno.

Le delegazioni del FAI organizzeranno vari eventi sociali e culturali. Da Punta Ala partirà una processione di barche a vela che accompagnerà, per un tratto di mare, i partecipanti a Toscana Lungo Costa. A Castiglione della Pescaia i pagaiatori avranno il privilegio di poter visitare la riserva naturale Diaccia Botrona: un’area protetta caratterizzata da un ambiente palustre. A bordo di piccole imbarcazioni verrà raccontato il processo di trasformazione di questa zona. (s.spa.)

 


© 2011 Powered By Odienne snc

Scroll to top