A Firenze

Scritto da

24 March 2013

di Nadia Fondelli – Una tradizione speciale da una regione fortemente attaccata alle sue tradizioni. Il 25 marzo è Capodanno a Firenze e nella Toscana…Ebbene sì, può sembrare strano ma è così!
Ancor’oggi a Firenze si festeggia quello che fino al 1750, e in barba al calendario gregoriano già in uso fin dal 1582, era l’inizio dell’anno civile che cadeva in occasione di una data importante per la chiesa cattolica: il giorno in cui si festeggia l’annuncio dell’Incarnazione del Verbo dato a Maria Vergine da parte dell’Arcangelo Gabriele.

Firenze, da sempre attaccata al culto della Madonna, fin dai tempi antichi vedeva in occasione di questa festa una gran folla, sia cittadina sia del contado, accorrere alla Basilica della Santissima Annunziata per venerare l’immagine dell’Annunciazione, il cui volto, secondo un’antica leggenda, si dice sia stato dipinto dagli angeli.

Tutto questo avvenne fino al novembre del 1749 quando il granduca Francesco III di Lorena – primo granduca non Medici e quindi non toscano, che peraltro in realtà mai governò direttamente Firenze e mai ci abitò se non per tre mesi preferendo ad essa le brume viennesi e lasciando il governo del granducato a suoi rappresentanti – decretò che fissava anche per Firenze e la Toscana il 1º gennaio come data iniziale dell’anno civile.

Ma la regione, attaccata com’è alle proprie tradizioni va avanti per la propria strada e il 25 marzo “Capodanno fiorentino” è istituzionalizzato anche nel calendario annuale delle feste e tradizioni fiorentine.

Ancora oggi il 25 marzo molti fiorentini si recano alla Basilica della Santissima Annunziata per rendere omaggio alla sacra effige dell’Annunziata, alla quale rende omaggio anche una rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, accompagnata dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, per rinnovare un significativo momento storico e culturale.

L’appuntamento è alle ore 15,30 con il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina che e muovendo da Palagio di Parte Guelfa attraversando il centro storico accompagna le Autorità Comunali alla Basilica SS. Annunziata. Alle ore 16,15 si svolgerà l’omaggio floreale alla Cappella della Sacra effige dell’Annunziata e inoltre, per fiorentini e turisti in occasione di questa festa speciale apertura prolungata di Palazzo Vecchio fino alle ore 24,00by Nadia Fondelli – A special tradition from one region strongly attached to its traditions. March xanax side effects in dogs 25 is the New Year in Florence and Tuscany … Yes, it may seem strange but it’s true!

Even today in Florence celebrates what until 1750, and in defiance of the Gregorian calendar in use since 1582, was the beginning of the calendar year falling at an important moment for the Catholic Church: the day which we celebrate the announcement of the Incarnation of the Word given to the Virgin Mary by the Archangel Gabriel.

Florence has always been attached to the cult of the Virgin, from ancient times saw at this festival a great multitude, and is the county town, rushing to the Basilica of the Annunciation to worship the image of the Annunciation, whose face, according to legend, is said to have been painted by the angels.

All this took place until November 1749 when the Grand Duke Francis III of Lorraine – the first Grand Duke Doctors do not and therefore do not Tuscan, which, however, never actually directly ruled Florence and never lived there for three months if you do not prefer it to the mists of Vienna and leaving the Government of the Grand Duchy to his representatives – decreed that fixed for Florence and Tuscany on 1 January as the start date of the calendar year.

But Florence and Tuscany are as attached to their traditions they go their own way and March 25 “Florentine New Year” is also institutionalized in the annual calendar of festivals and traditions of Florence.

Even today, March 25 many Florentines go to the Basilica of the Annunciation to pay homage to the sacred effigy of the Annunciation, which also pays tribute representation of the City, accompanied by historical pageant of the Florentine Republic, to renew a significant historical moment and cultural.

The appointment is at 15.30 with the Historical Procession of the Florentine Republic, and that moving from the Guelph palace through the old town to accompany the Municipal Authority of the Basilica SS. Annunziata. At 16.15 there will be the floral tribute to the Chapel of the Holy Annunciation effigy and also for tourists and Florentines during this special holiday extended opening hours of the Palazzo Vecchio until 24.00

Altri articoli